ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Con Google rivive la Roma Antica
Articolo del 13 Novembre 2008

 

Con Google Earth la Roma antica rivive nel web. Grazie al progetto 'Rome reborn', chiunque possiede un computer e un collegamento internet potra' visualizzare i luoghi piu' suggestivi della capitale nella loro veste originaria. A presentare il progetto, oggi in Campidoglio, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l'assessore comunale alla Cultura, Umberto Croppi, e il vicesindaco Mauro Cutrufo.

Lla collaborazione tra Google, Past Perfect Production, l’Università della California e l’Institute for Advanced Technology in the Humanities (IATH) dell’Università della Virginia ha portato alla creazione di una perfetta e particolareggiata ricostruzione che include oltre 6700 edifici rielaborati in 3D, oltre a filmati, foto, approfondimenti e lavori di archeologi, storici e architetti. Il tutto compiuto attraverso la tecnica del layer sovrapponibile alle immagini del servizio fornito da Google Earth.
Con un realismo straordinario, utilizzando gli strumenti di navigazione di Google Earth, chiunque potra' librarsi in volo sopra la Capitale come appariva nel 320 D.C., all’epoca dell’Imperatore Costantino, entrare nelle dimore patrizie e osservare i dettagli architettonici.

Per accedere a tutto ciò:  http://earth.google.it/rome/

Fonte: ANSA - La Repubblica



  Mostra le altre news