ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Dal 15 al 17 aprile convegno "100 anni di Archeologia aerea in Italia"

 

Il 15 aprile presso l'Accademia di Romania, ed il 16 e 17 Aprile presso l'ICCD Aerofototeca Nazionale, si terrà il primo Convegno di Studi sulle attività di ricerca legate all'Archeologia Aerea in Italia in questo ultimo secolo.

Il Laboratorio di Topografia Antica e Fotogrammetria (LabTAF) dell’Università del Salento (con la partecipazione di Ricercatori CNR del settore di Topografia antica), il Laboratorio di Archeologia dei Paesaggi e Telerilevamento (LAP&T) dell’Università di Siena, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, vogliono fare il punto della situazione sulla fotografia aerea applicata all'archeologia, attraverso un vivace scambio di esperienze e di idee, per confermare la validità e la vitalità di questo genere di studi, strumento fondamentale nella ricerca topografica.

Nel panorama scientifico italiano è la prima volta che si organizza un incontro tra archeologi specialisti del settore, in modo da colmare una lacuna in questo ambito specifico della ricerca archeologica.

All’interno della manifestazione saranno sviluppate quattro diverse sessioni:
  • una seconda sessione con contributi di metodologia ed applicazioni di fotointerpretazione archeologica e lavori di fotogrammetria finalizzata;
  • una terza sessione in cui verranno presentati i progetti che attualmente in Italia prevedono l’impiego sistematico delle immagini aeree;
  • una quarta sessione in cui verrà dato spazio alle applicazioni specialistiche legate alle nuove tecnologie di remote sensing, con esemplificazioni di casi di studio in Italia e all’estero.Ogni sessione prevede delle comunicazioni orali e dei poster.
Tutte le informazioni necessarie su www.archeologiaaerea.it


  Mostra le altre news