ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Dal 24 settembre la mostra "Roma. La pittura di un Impero"

 

 L'Impero Romano a colori: la mostra che le Scuderie del Quirinale (Via XXIV Maggio, 16) ospitano - dal 24 settembre 2009 al 17 gennaio 2010, descrive e ci fa scoprire un mondo antico colorato, capace di riprodurre eventi storici e mitologici ma anche aspetti della natura e della vita quotidiana, usando realismo e poesia. Un mondo in cui i monumenti pubblici e le statue erano tutti policromi e i marmi quasi sempre colorati, in cui il bianco era costantemente inserito nell'ambito di un complesso gioco cromatico: cade così quel luogo comune che fa coincidere il "classico" esclusivamente con l'austerità dei marmi bianchi.

In questa mostra, la prima dedicata interamente alla pittura della Roma antica, sono raccolti oltre cento straordinari pezzi di perfetta eleganza e raffinatezza, che arrivano dai più importanti siti archeologici e musei del mondo, tra cui il Louvre, il British Museum, gli Staatliche Museen di Berlino, l'Antikensammlung di Monaco, il Liebighaus di Francoforte, il Museo dell'Università di Zurigo, ma anche il Museo Archeologico di Napoli, gli Scavi di Pompei, il Museo Nazionale Romano e i Musei Vaticani. Un materiale prezioso, che offre un quadro il più ampio possibile della "pittura romana" in un'ottica sapiente, capace di aprire lo sguardo ad un modo più intenso, fresco ed emozionante di guardare l'antico: una dimostrazione di quanto fosse alto il livello qualitativo della pittura romana e, nelle analogie come nelle divergenze, una chiave per capire il rapporto tra l'antico e il moderno, a partire dalle tecniche adottate dalla pittura europea dal Rinascimento in poi, fino a quelle usate dagli Impressionisti: tutte di evidente derivazione antica.

Scena misterica, età Augustea

Curata da Eugenio La Rocca con Serena Ensoli, Stefano Tortorella e con Massimiliano Papini, la mostra racconta il ruolo centrale della pittura nella società civile romana, sottolineandone l'originalità e documentando, inoltre, lo sviluppo della pittura romana nei secoli: inizialmente nata all'insegna di una continuità con l'arte greca e diventata, a sua volta, modello ispiratore per i secoli successivi. 


Orari: da domenica a giovedì 10.00-20.00;
                  venerdì e sabato 10.00-22.30.
L'ingresso è consentito fino a un'ora prima della chiusura. 

Costo del biglietto di ingresso: Intero: € 10 - Ridotto: € 7.50

Sito internet: www.scuderiequirinale.it 

Fonte: www.comune.roma.it



  Mostra le altre news