ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Dal 9 luglio: Ceramiche medievali e moderne dalla Crypta Balbi

 

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma presenta, dal 9 luglio al 26 dicembre 2010, una eccezionale collezione di ceramiche che raccontano la storia di Roma dal periodo tardo antico all’età moderna. Lo stesso periodo che si può ripercorrere visitando lo scavo dell’isolato circoscritto da via delle Botteghe Oscure/via Caetani/via dei Delfini/via dei Polacchi e oggi occupato dal Museo Nazionale Romano della Crypta Balbi. E sono proprio i lavori archeologici di quest’area così circoscritta, diretti dalla Dr.ssa Laura Vendittelli,  che hanno restituito una grande quantità di ceramiche, di cui solo una piccola parte è in mostra con il titolo “Invito a tavola”, trattandosi essenzialmente di suppellettili da mensa.
dopo le demolizioni delle strutture del Convento di Santa Caterina della Rosa avvenute negli anni quaranta del ventesimo secolo.  Lo scavo dell'area nella quale sorgeva in antico un vasto cortile porticato, la Crypta Balbi, annesso al teatro che Lucio Cornelio Balbo aveva eretto nel 13 a.C., iniziò nel 1981, ed ha documentato come nel sito la vita è continuata dopo l’età antica con una serie di trasformazioni e riusi nello stesso monumento protrattasi ininterrottamente attraverso il medioevo e il rinascimento, fino ai nostri giorni. Gli scavi, allora avviati nel complesso della Crypta Balbi e diretti da Daniele Manacorda, sono stati il primo dei cantieri di archeologia urbana a Roma, dove tutte le fasi di vita di questo settore cittadino sono state investigate e interpretate e i cui risultati hanno fornito quei dati, di cui allora non si disponeva, per le età medievale e moderna.

E sono proprio i rinvenimenti delle ceramiche, che provengono in generale da mondezzai e butti pertinenti alle abitazioni di quest’area e in particolare dal Convento di Santa Caterina della Rosa, demolito negli anni 40 del '900, che si sono rivelati fondamentali per documentare i cambiamenti sociali ed economici della popolazione urbana. 

 
Quando: 9 luglio - 26 dicembre 2010
Dove: Museo Nazionale Romano - Crypta Balbi - Via delle Botteghe Oscure, 31 - Roma
Orari: dalle 9 alle 19.45, chiuso il lunedì. La biglietteria chiude un'ora prima.
Biglietti:  Intero € 7, ridotto € 3,50. Il biglietto consente l’accesso a tutte le sedi del Museo Nazionale Romano ed è valido 3 giorni. 
Informazioni e prenotazioni:  Pierreci-Codess - tel. +39.06.39967700

Fonte: Sito MiBac -SSBAR -  http://archeoroma.beniculturali.it 
Per maggiori informazioni clicca qui



  Mostra le altre news