ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Dopo 20 anni riapre il Sepolcro degli Scipioni

 

Era chiuso al pubblico dal 1992: il prestigioso complesso archeologico dell'età repubblicana - nel tratto urbano di via Appia Antica, a poca distanza da Porta San Sebastiano - riapre dopo un periodo dedicato a lavori di consolidamento e recupero promosso dall'Assessorato alle Politiche Culturali e Centro storico - Sovraintendenza ai Beni culturali di Roma Capitale.

Per maggiori informazioni sul sito archeologico clicca qui.

I lavori iniziati nel 2008 hanno previsto soprattutto il consolidamento del banco di tufo nel quale l’edificio sepolcrale è scavato e il recupero o la sostituzione delle strutture metalliche di sostegno realizzate nel corso dei restauri del secolo scorso.
L’intervento di riqualificazione ha permesso inoltre di rendere il sito accessibile al pubblico con un nuovo percorso di visita (compreso un percorso facilitato), servizi di accoglienza e pannelli didattici che illustrano i resti archeologici presenti nell’area.

L’area sarà aperta al pubblico, in via sperimentale, il  27-28-29 dicembre e il 3-4-5-6-8 gennaio e a seguire tutti i sabati dalle ore 9.30 alle ore 12.30 sempre e solo su prenotazione allo 060608. Le visite, per gruppi di massimo 12 persone alla volta, saranno illustrate da un archeologo, dureranno circa 50 minuti ed avranno un costo di 8 Euro.

Indirizzo: Via di porta s. Sebastiano 9

Dettaglio orari visite:

2011
27 dicembre ore 10.00; 10.20; 11.00; 11.20; 12.00; 12.20
28 dicembre ore 10.00; 10.20; 11.00; 11.20; 12.00; 12.20
29 dicembre ore 10.00; 11.00; 12.00

2012
3 gennaio  ore 10.00; 10.20; 11.00; 11.20; 12.00; 12.20
4 gennaio ore 11.20; 12.00; 12.20; 14.00; 14.20; 15.00
5 gennaio ore 10.00; 10.20; 11.00; 11.20; 12.00; 12.20
6 gennaio ore 11.20; 12.00; 12.20; 14.00; 14.20; 15.00
8 gennaio ore 10.00; 10.20; 11.00; 11.20; 12.00; 12.20

dal 14 gennaio 2012 apertura al pubblico tutti i sabato mattina con visite guidate


Fonte: Sovraintendenza Roma Capitale


  Mostra le altre news