ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Il Tempio di Marte rivive con la tecnologia virtuale
Articolo del 3 Dicembre 2008

 

Il Tempio di Marte riappare in tutta la sua vertiginosa possenza nel cuore del Foro di Augusto. Basta indossare un caschetto hi-tech collegato ad un'apparecchiatura sofisticata e porsi di fronte a quello che rimane dell'originaria struttura del I sec Ad ogni movimento, la panoramica mozzafiato del tempio con tutti particolari in una visione tridimensionale Merito della tecnologia virtuale made in Japan con il supporto di contenuti scientifici tutti italiani. Il prototipo dell'apparecchiatura, visionato oggi in via sperimentale al Foro di Augusto dall'assessore capitolino alla Cultura Umberto Croppi insieme al soprintendente comunale ai beni culturali Umberto Broccoli, e' stato messo a punto dall'Istituto tecnologico dell'universita' di Tokyo Ikeouchi Lab in collaborazione con la societa' italiana Altair 4 specializzata in progetti multimediali applicati all'archeologia. “E' un esempio di tecnologia applicata al patrimonio archeologico – ha detto Croppi - che vogliamo utilizzare come ramificazione in loco dei grandi contenuti che avra' il Museo virtuale di Roma".

Fonte - Romauno.tv



  Mostra le altre news