ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Scoperta sul Palatino la sala rotante della Domus Aurea

 

Fino ad oggi si riteneva che l'Aula Ottagona della Domus Aurea, posta sul Celio, si potesse identificare con la leggendaria sala, descritta da molte fonti antiche, che aveva una piattaforma di legno che ruotava giorno e notte imitando il movimento della terra: la cosiddetta coenatio rotunda. 

In una conferenza stampa tenutasi oggi dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, la Dr.ssa Maria Antonietta Tomei, direttrice del Palatino  ha annunciato a sorpresa che tale ambiente potrebbe invece essere quello scoperto sul Palatino, nell'area della Vigna Barberini, ben distante dall'Aula Otttagona che si trova sul monte Oppio. I recenti scavi hanno portato alla luce un ambiente circolare che "non ha eguali nell'architettura romana"

Tale scoperta avvalorerebbe la versione di molti autori antichi, secondo i quali la reggia fatta costruire dall'Imperatore Nerone si estendesse ben oltre l'area fino ad oggi conosciuta, ed occupasse anche il Colle Palatino.

La sovrintendente Tomei all'interno della nuova area della Domus Aurea 












Foto - Il Messaggero


''E' stata una scoperta casuale - spiega la Tomei, - stavamo effettuando i lavori di ordinaria amministrazione della sovrintendenza per effettuare sondaggi idrogeologici. Abbiamo iniziato a scavare ed abbiamo trovato una poderosa struttura, mai vista prima, che ci fa pensare ad un'aula rotante riconducibile alla sala da pranzo di Nerone''. I lavori, iniziati a giugno continueranno fino allo svuotamento totale della zona per capire quale fosse il funzionamento di questa stanza rotante: ''Per ora abbiamo trovato due piloni - continua Tomei - e degli incassi riempiti di una sostanza che permetteva la rotazione di una costruzione che, secondo Svetonio, girava lentamente''. 

Per maggiori informazioni:
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Menu-Utility/Immagine/index.html_645012792.html

fonte: ADNKronos - Il Messaggero



  Mostra le altre news