Il Foro Olitorio e i templi sotto S. Nicola in Carcere
1 Aprile 2017

 
Il Foro Olitorio e i templi sotto S. Nicola in Carcere
Prenota questa visita
Per informazioni contattare il 3205560439


La chiesa di S. Nicola in Carcere fu costruita sfruttando l’impianto di tre antichi templi pagani del Foro Olitorio, mercato della frutta e della verdura, che in epoca romana occupava l’area circostante.
Sono visibili all’esterno le colonne antiche reimpiegate nella costruzione della chiesa mentre nei sotterranei si possono ammirare parti dei basamenti e dei colonnati con gli stretti vicoli che li separano. Inoltre possono essere osservate diverse particolarità come la presenza di una probabile “banca cambiavalute”, utile per i commercianti del foro, e gli stretti vicoli ancora tracciati. I sotterranei della chiesa vennero anche utilizzati come cimitero, e numerosi sono ancora i resti visibili dei corpi lì sepolti.


Bunker di Villa Ada- Il rifugio dei Savoia
2 Aprile 2017

 
Bunker di Villa Ada-  Il rifugio dei Savoia
Prenota questa visita

ATTENZIONE: le visite si prenotano e pagano on-line. Solo nel caso in cui la prenotazione venga effettuata con almeno 10 giorni di anticipo, sarà possibile pagare anche con bonifico bancario.
Per urgenze o necessità particolari telefonare al numero 3347401467. Il telefono rimane spento durante le visite guidate.

Inizio visita: Via Panama 55, altezza Largo Bangladesh, Bar Panamino

Durante la passeggiata che conduce al bunker (durata 10 minuti circa), la guida fornirà alcune informazioni sulla storia della Villa e della famiglia Savoia. Una volta raggiunto il rifugio, saranno illustrati i diversi ambienti recentemente restaurati ed in parte ammobiliati. I pannelli informativi creati per l’occasione saranno fonte di ulteriori approfondimenti. La visita si concluderà con un suggestivo documento audio- video curato dal noto autore e documentarista Fabio Toncelli.

Appuntamento 10 minuti prima dell'orario di visita.

Note
- I bambini sotto i 10 anni, massimo uno per adulto, non pagano la visita ma vanno indicati nelle note.
- La temperatura all'interno del bunker è di 12°/14°C, con umidità 67-70%.



Giano il Gianicolo e il Fontanone (apertura speciale).
2 Aprile 2017

 
Giano il Gianicolo e il Fontanone (apertura speciale).
Prenota questa visita

Il costo della visita può variare , essendo la 1° domenica del mese avranno la riduzione solo i residenti della città di Roma. Residenti 12.00€, non residenti 16.00€.

Per avere informazioni contattare il 3205560439.

Il nome del colle secondo la tradizione deriverebbe dal dio Giano, dio degli inizi, materiali e immateriali, solitamente raffigurato con due volti , poichè può guardare il futuro e il passato, sia l'interno che l'esterno, divinità tra le più importanti della religione romana, latina e italica.

Situato sulla riva destra del Tevere, in territorio originariamente etrusco, il colle sarebbe stato occupato e annesso a Roma da Anco Marzio che l'avrebbe fortificato e collegato alla città tramite il Ponte Sublicio sul quale doveva passare l'antica strada che in seguito diventò la Via Aurelia.

Il Fontanone
dell'Acqua Paola si trova nel punto più alto del Gianicolo.

Si tratta della mostra terminale dell'acquedotto dell'”Acqua Paola”, ripristinato nel primo decennio del 1600 da Papa Paolo V.

Servì per fornire approvvigionamento idrico al rione Trastevere che fino ad allora aveva dovuto accontentarsi quasi soltanto dei pozzi e dell’acqua del fiume. In effetti l’acquedotto Paolo era l’originario acquedotto di Traiano ripristinato nel Rinascimento.
L’acqua veniva portata dal Lago di Bracciano e nell’antichità era servita a mettere in movimento i mulini di Roma. 

Nell’orto retrostante (apertura speciale) ebbe sede dall’epoca di Alessandro VII il “Giardino dei Semplici” o Orto Botanico che nel 1820 venne trasferito nel giardino di Palazzo Salviati ai piedi del Gianicolo per ordine di Pio VII.






Bunker di Villa Ada - Il rifugio dei Savoia + La Villa
8 Aprile 2017

 
Bunker di Villa Ada - Il rifugio dei Savoia + La Villa
Prenota questa visita

Inizio visita: ingresso Villa Ada Savoia di Via Salaria 267.

Ci dirigeremo verso la Palazzina Reale, che potrà essere osservata solo a distanza in quanto sede dell'Ambasciata della Repubblica Araba d'Egitto. La guida racconterà quello che accadde il 25 luglio del '43, quando Mussolini, dopo un incontro con il Sovrano, fu tratto in arresto. A seguire passeremo a fianco delle scuderie, oggi purtroppo in completo stato di abbandono. Torneremo quindi sui nostri passi per visitare il Tempio di Flora, detto anche Cafe-Haus e il Belvedere. Durante il percorso in lieve discesa, che durerà circa 10 minuti, la guida darà numerose informazioni e curiosità realtive alla Villa e alla famiglia Savoia. Una volta raggiunto il bunker, verranno illustrati i diversi ambienti recentemente restaurati ed in parte ammobiliati. I pannelli informativi creati per l’occasione saranno fonte di ulteriori approfondimenti. La visita si concluderà con un suggestivo documento audio-video curato dal noto autore e documentarista Fabio Toncelli.

Appuntamento 10 minuti prima dell'inizio della visita.

Note
- I bambini sotto i 10 anni, massimo uno per adulto, non pagano la visita ma vanno indicati nelle note.
- La temperatura all'interno del bunker è di 12°/14°C, con umidità 67-70%.
 



Sepolcro di via Statilia (apertura speciale) e la Tomba del fornaio a porta Maggiore.
8 Aprile 2017

 
Sepolcro di via Statilia (apertura speciale) e la Tomba del fornaio a porta Maggiore.
Prenota questa visita

Per informazioni contattare il 320.5560439


Via Statilia angolo via di Santa Croce in Gerusalemme.

Quattro nuclei di tombe, risalenti al 100 a.C., tutte diverse tra loro, ci illustrano varie tipologie di sepolture.
La più antica, in blocchi di tufo, all’interno istoriata con i nomi dei proprietari; del liberto Publio Quinzio , della moglie e della concubina.
 La seconda è costituita da due celle, alle quali si accede mediante porticine che si aprono esternamente dove oltre ai nomi troviamo i ritratti dei defunti. Il terzo sepolcro  è del tipo a colombario,  mentre il quarto presenta una forma ad ara.

 Porta Maggiore,
 era in realtà un monumentale arco d'ingresso, fatto costruire dall'imperatore Claudio per farvi passare le condutture del suo acquedotto. Sotto l'arco, posto in una delle più alte zone della città, dove anche altri acquedotti avevano i loro castelli di distribuzione, passavano due importanti strade: la Prenestina e la Labicana.
Durante la costruzione della cinta muraria Aureliano volle includerlo in essa e riadattarlo a Porta. Fu chiamata Porta Maggiore per indicare ai pellegrini la strada che conduceva a Santa Maria Maggiore.
Sul lato esterno alle mura è situato un particolare monumento funebre di epoca repubblicana.
Il manufatto riproduce un forno. Sul fregio sono rappresentati sacchi di farina, la lavorazione e la vendita del pane. Esso fu il sepolcro del fornaio Eurisace e di sua moglie Atinia, riportato alla luce alla fine dell'Ottocento.

Il monumento funebre, realizzato in travertino e decorato con elementi caratteristici di un forno, come sacchi e bocche di doli, consiste di un piccolo edificio a pianta trapezoidale, ha l'aspetto dei recipienti in cui veniva impastata la farina e reca, ripetuta quasi uguale sui tre lati ancora esistenti, l'epigrafe «Est hoc monimentum Marcei Vergilei Eurysacis pistoris, redemptoris, apparet» ("Questo sepolcro appartiene a Marco Virgilio Eurisace, fornaio, appaltatore, apparitore"), dalla quale si scopre che il fornaio lavorava per lo Stato, al quale forniva i suoi prodotti, e che era anche ufficiale subalterno (apparitore) di qualche personaggio di alto rango (un magistrato o forse un sacerdote).



Area sacra di Sant'Omobono (apertura speciale)
9 Aprile 2017

 
Area sacra di Sant'Omobono (apertura speciale)
Prenota questa visita

Per informazioni contattare il 3205560439

L'area archeologica di Sant'Omobono, posta nell’area del Foro Olitorio , venne scoperta nel 1937 nei pressi dell'incrocio tra l'odierna via L. Petroselli e il Vico Jugario, ai piedi del Campidoglio, durante i lavori per l’apertura della via del Mare.

La sua esplorazione ha restituito documenti di importanza eccezionale per la comprensione della storia di Roma arcaica e repubblicana. Vi sono compresi due templi, risalenti ad epoca repubblicana e identificati con quelli di Fortuna e Mater Matuta in base alle fonti letterarie.

Angolo via Petroselli e vico Jugaro (adiacente/difronte al Palazzo dell'anagrafe).



 



Bunker di Villa Ada- Il rifugio dei Savoia
15 Aprile 2017

 
Bunker di Villa Ada-  Il rifugio dei Savoia
Prenota questa visita

ATTENZIONE: le visite si prenotano e pagano on-line. Solo nel caso in cui la prenotazione venga effettuata con almeno 10 giorni di anticipo, sarà possibile pagare anche con bonifico bancario.
Per urgenze o necessità particolari telefonare al numero 3347401467. Il telefono rimane spento durante le visite guidate.

Inizio visita: Via Panama 55, altezza Largo Bangladesh, Bar Panamino

Durante la passeggiata che conduce al bunker (durata 10 minuti circa), la guida fornirà alcune informazioni sulla storia della Villa e della famiglia Savoia. Una volta raggiunto il rifugio, saranno illustrati i diversi ambienti recentemente restaurati ed in parte ammobiliati. I pannelli informativi creati per l’occasione saranno fonte di ulteriori approfondimenti. La visita si concluderà con un suggestivo documento audio- video curato dal noto autore e documentarista Fabio Toncelli.

Appuntamento 10 minuti prima dell'orario di visita.

Note
- I bambini sotto i 10 anni, massimo uno per adulto, non pagano la visita ma vanno indicati nelle note.
- La temperatura all'interno del bunker è di 12°/14°C, con umidità 67-70%.



Pasqua con noi: apertura speciale del Tempio Rotondo e di Portuno lungo il Tevere
16 Aprile 2017

 
Pasqua con noi: apertura speciale del Tempio Rotondo e di Portuno lungo il Tevere
Prenota questa visita
Il Tempio di Ercole sorge in Piazza della Bocca della Verità, considerato il più antico tempio interamente in marmo giunto sino a noi dall’antica Roma. 

Commissionato nel II sec a.C. da un ricco commerciante d’olive (infatti, il tempio era noto anticamente come Tempio di Ercole Olivario).
Dedicato ad Ercole protettore degli oleari, corporazione a cui il mercante apparteneva. Ercole era inoltre il protettore dei commerci e della transumanza delle greggi: la sua locazione nel Foro Boario non è, di conseguenza, per nulla casuale. 

È anche erroneamente noto come il Tempio di Vesta; l'errore è dovuto alla sua forma circolare che lo rende simile al vero tempio di Vesta situato nel foro romano.


Pasqua con noi:sotterraneo di Trastevere a S. Crisogono.
16 Aprile 2017

 
Pasqua con noi:sotterraneo di Trastevere a S. Crisogono.
Prenota questa visita

Per avere informazioni contattare il 3205560439

La visita ai sotterranei di S. Crisogono, accessibili dalla sacrestia, è importante per conoscere e comprendere la stratificazione archeologica e la pratica del riuso di monumenti antichi per scopi diversi da quelli originari. I resti testimoniano e conservano le vestigia di uno dei più antichi tituli sorti nel quartiere di Trastevere.La disposizione degli ambienti tipica delle case romane infatti, si adattava perfettamente allo svolgimento dei riti cristiani, nonché a funzioni di magazzino ed accoglienza dei fedeli. Il titulus Crisogoni nacque infatti sfruttando ben due (e forse tre) domus romane di II e III secolo, prima di assumere la consueta pianta basilicale nel V secolo.


Bunker di Villa Ada- Il rifugio dei Savoia
27 Aprile 2017

 
Bunker di Villa Ada-  Il rifugio dei SavoiaATTENZIONE: Posti esauriti per questa visita

ATTENZIONE: le visite si prenotano e pagano on-line. Solo nel caso in cui la prenotazione venga effettuata con almeno 10 giorni di anticipo, sarà possibile pagare anche con bonifico bancario.
Per urgenze o necessità particolari telefonare al numero 3347401467. Il telefono rimane spento durante le visite guidate.

Inizio visita: Via Panama 55, altezza Largo Bangladesh, Bar Panamino

Durante la passeggiata che conduce al bunker (durata 10 minuti circa), la guida fornirà alcune informazioni sulla storia della Villa e della famiglia Savoia. Una volta raggiunto il rifugio, saranno illustrati i diversi ambienti recentemente restaurati ed in parte ammobiliati. I pannelli informativi creati per l’occasione saranno fonte di ulteriori approfondimenti. La visita si concluderà con un suggestivo documento audio- video curato dal noto autore e documentarista Fabio Toncelli.

Appuntamento 10 minuti prima dell'orario di visita.

Note
- I bambini sotto i 10 anni, massimo uno per adulto, non pagano la visita ma vanno indicati nelle note.
- La temperatura all'interno del bunker è di 12°/14°C, con umidità 67-70%.



Bunker di Villa Ada- Il rifugio dei Savoia
30 Aprile 2017

 
Bunker di Villa Ada-  Il rifugio dei SavoiaATTENZIONE: Posti esauriti per questa visita

ATTENZIONE: le visite si prenotano e pagano on-line. Solo nel caso in cui la prenotazione venga effettuata con almeno 10 giorni di anticipo, sarà possibile pagare anche con bonifico bancario.
Per urgenze o necessità particolari telefonare al numero 3347401467. Il telefono rimane spento durante le visite guidate.

Inizio visita: Via Panama 55, altezza Largo Bangladesh, Bar Panamino

Durante la passeggiata che conduce al bunker (durata 10 minuti circa), la guida fornirà alcune informazioni sulla storia della Villa e della famiglia Savoia. Una volta raggiunto il rifugio, saranno illustrati i diversi ambienti recentemente restaurati ed in parte ammobiliati. I pannelli informativi creati per l’occasione saranno fonte di ulteriori approfondimenti. La visita si concluderà con un suggestivo documento audio- video curato dal noto autore e documentarista Fabio Toncelli.

Appuntamento 10 minuti prima dell'orario di visita.

Note
- I bambini sotto i 10 anni, massimo uno per adulto, non pagano la visita ma vanno indicati nelle note.
- La temperatura all'interno del bunker è di 12°/14°C, con umidità 67-70%.