ATTIVITA' IN CORSO
Terme di Caracalla
Studio dei sotterranei con particolare attenzione al sistema idraulico di adduzione e smaltimento


Villa di Massenzio
Il complesso massenziano si estende tra il II ed il III miglio della via Appia Antica ed è costituito da tre edifici principali: il palazzo, il circo ed un mausoleo dinastico, progettati in una inscindibile unità architettonica per celebrare l’imperatore Massenzio.


Via Teatro Marcello
Studio degli ipogei alle pendici del Campidoglio


Cloaca Maxima
Il sistema di gestione delle acque, in ingresso come in uscita, permise a Roma di raccogliere una popolazione numericamente mai più raggiunta fino all'800.
La Cloaca Maxima è una delle fondamenta di tale sistema.


Ipogei di Anagni
Una convenzione tra Amministrazione locale e Federazione Speleologica Hypogea prevede l’esplorazione, la mappatura e la documentazione degli ambienti sotterranei di Anagni con lo scopo valorizzarli a fini turistici.


Acquedotti
Studio ed esplorazione degli acquedotti dell'antica Roma


Cave di Villa de Sanctis
Esplorazione e rilievo della vasta rete caveale del Sesto Municipio.


Emissario Albano
Esplorazione e studio nell'ambito della Federazione Hypogea


Archivio attivitą svolte
PUOI SEGUIRCI ANCHE SU...
Facebook Twitter YouTube Flickr Flickr RSS
RICERCA NEL SITO
Cerca:
Roma Sotterranea pulisce Ponte Sisto
Articolo del 28 Settembre 2008

 

Discesa da ponte SistoL’Associazione Culturale “Roma Sotterranea” – speleologia per l’archeologia – la mattina di sabato 27 settembre, è emersa dal sottosuolo ed ha aderito all’edizione 2008 di “Puliamo il mondo” .

Gli speleologi dell’Associazione, hanno messo a disposizione di Legambiente le loro capacità tecniche  e le attrezzature a disposizione per raggiungere e liberare dai rifiuti alcune aree inaccessibili con mezzi ordinari.

Pulizia da ponte Sisto ultimataD’intesa con la Sovraintendenza Comunale di Roma ai Beni Culturali è stato scelto di ripulire le basi dei piloni di Ponte Sisto,  coperte da uno strato di frammenti di bottiglie scagliate dall’alto del ponte. 

Gli speleologi dell'Associazione, mediante l'uso di tecniche di progressione su corda, hanno raggiunto le basi dei piloni a circa 10 m di distanza dalle spallette del ponte, ed hanno provveduto a rimuovere le ingenti quantità di rifiuti che da anni giacevano depositate sulla superficie.

In totale sono stati rimossi 25 sacchi di rifiuti.



  Mostra le altre news