Fontana di S. Andrea

 

Lo spazio dove sorge la fontana anticamente si chiamava Piazza di Siena. Infatti vi si trovano il palazzo della famiglia senese Piccolomini, che fu demolito quando fu realizzato Corso Vittorio. In seguito ha preso il nome dalla Chiesa di Sant'Andrea. Il nome "Della Valle" deriva dall'antico centro noto come "valle Caprea",un avvallamento dove le acque sotterranee avevano formato uno stagno.

Nel 1614 Papa Paolo V Borghese dette a Carlo Maderno l'incarico di realizzare la fontana. Originariamente sorgeva al centro di Piazza Scossacavalli nel rione Borgo, davanti al cinquecentesco Palazzo Castellesi, oggi Torlonia, che in quell'epoca era abitato da Scipione Borghese. Quando furono demoliti gli isolati tra Castel Sant'An gelo e Piazza San Pietro per realizzare la Via della Conciliazione, la piazza scomparve. La fontana fu smontata nel 1933 e nel 1959 fu ricomposta nel luogo attuale In questi anni l'originario catino and&ograve perduto e oggi al suo posto c'è una copia.

La vasca ha forma quadrata e ha un bordo largo. L'acqua esce da quattro zampilli, posti a pelo d'acqua ai quattro lati della vasca e da un getto centrale. Da qui ricade su una conca sostenuta da una colonna ornata con aquile e draghi, emblemi della famiglia Borghese.