La fontana del Babuino

 

Il Comune fece rimettere la fontana in Via del Babuino nel 1957, a seguito delle insistenti richieste dei cittadini. Anticamente si trovava su una facciata del palazzo di Alessandro Grandi sulla stessa via che originariamente si chiamava Paolina. Nel 1877, durante i lavori della rete fognaria, era stata spostata. La statua è forse copia di una antica divinità sabina, detta "Sanco Fidio". Per la sua bruttezza i romani la soprannominarono "babuino".

Questo appellativo fu dato anche alla strada. Il "babuino" faceva parte del gruppo delle statue romane cosiddette "parlanti". La fontana è addossata alla facciata della Chiesa di Sant'Atanasio dei Greci. È costituita da una vasca quadrangolare di marmo africano. In mezzo alla vasca giace la figura mitologica di un sileno. L'acqua esce da una cannella posta sulla roccia e si riversa nella vasca.